Jay-Z conquista il Grammy Salute to Industry Icons Award

By on 29/01/2018

Il veterano dei record Clive Davis è stato un ottimo equilibrista al suo pre-Grammy Gala annuale sabato scorso allo Sheraton Hotel di Times Square. È riuscito ad amalgamare in modo superbo la musica vintage di epoche passate con quella delle superstar attuali.
Sullo stesso palco il 74enne Barry Manilow ha cantato i suoi successi d’oro, e un momento dopo il gruppo hip hop dei Migos ha portato la sua musica forte e iper-moderna che a sua volta si è scontrata, scriviamo così, con il fenomeno globale più recente: il reggaeton agile e spiritoso di Luis Fonsi, che canta quasi sempre in spagnolo, poi Gladys Knight, cantante rhythm and blues coetanea di Monilow, ha eseguito la “Stand By Me” del ‘61, di stile completamente diverso dallo spirito di Khalid, che ha scelto di eseguire il suo successo pop “Young Dumb & Broke”.
La serata è oscillata tra questi sbalzi temporali che la platea di stelle di prima grandezza ha molto apprezzato. Tra gli altri Beyoncé, Diddy, Tina Fey, Mariah Carey, John Legend e Chrissy Teigen. Ma è stata Alicia Keys a offrire il momento culminante della serata, con un medley dei successi del rapper Jay-Z che durante lo spettacolo ha ricevuto il “Grammy Salute to Industry Icons Award” che gli riconosce significativi contributi all’industria musicale e numerosi sforzi filantropici.
Perfetto padrone di casa Clive Davis, grande produttore discografico, membro della Rock and Roll Hall of Fame e non ultimo, filantropo per nuovi talenti musicali, ha presentato ogni artista con aggettivi superlativi, magnificando per ognuno premi vinti, titoli e riconoscimenti ottenuti. Che grande, incomparabile, impareggiabile e favoloso spettacolo!!!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *